martedì, Giugno 18, 2024
News

Approvato il decreto mille proroghe

Approvato in via definitiva dal Senato il decreto Milleproroghe 2022 all’interno del quale è contenuto anche un importante articolo che recepisce le indicazioni fornite da FIPSAS e FIOPS in materia di immissione di alcune specie alloctone. L’articolo era stato inserito grazie ad un emendamento presentato dalla presidente della VIII Commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici della Camera on. Alessia Rotta e sottoscritto anche dai deputati PezzopaneBragaBurattiMorassutMorgoni e Pellicani e votato da parlamentari appartenenti a tutti i gruppi politici, dalle commissioni congiunte bilancio affari costituzionali della camera la scorsa settimana.L’articolo prevede quindi che dopo il comma 5, aggiungere il seguente:5-bis. All’articolo 1, della legge 30 dicembre 2021, n. 234, dopo il comma 837, è inserito il seguente:«837-bis. Al fine di consentire un’adeguata politica di gestione delle specie ittiche alieutiche, fino al 31 dicembre 2023, non trova applicazione l’articolo 12, comma 1, del regolamento di cui al decreto del Presidente della Repubblica 8 settembre 1997, n. 357, e successive modificazioni, per le sole disposizioni riguardanti l’immissione in natura di specie non autoctone la cui immissione era autorizzata in data antecedente all’applicazione del decreto direttoriale 2 aprile 2020.». Riteniamo che questo articolo possa aiutare a fare più chiarezza sui comportamenti che le regioni potranno tenere nell’attuale fase transitoria in materia di immissione di specie alloctone come trota fario (salmo trutta), trota iridea (oncorhynchus mykiss) , salmerino alpino (salvelinus alpinus) e coregone lavarello (coregonus lavaretus) in attesa del lavoro che dovrà svolgere il nucleo di valutazione da poco istituito che è stato previsto con l’approvazione della Legge di Bilancio 2022 e che terminerà i propri lavori entro il 31 dicembre 2023. Questo articolo rappresenta un tentativo per cercare di dare una risposta alle necessità del settore della pesca sportiva, al settore dell’ittiocultura e anche a tutto l’importante indotto di mercato che vede nella pesca sportiva un volano fondamentale di promozione del territorio e di marketing territoriale.

Lascia un commento