Trofeo Italia Open di Spinning da Riva in Lago

Oggi, presso il lago Vista Lago o Laghetto del Pescatore, il Trofeo Italia Open di Pesca a Spinning da Riva in Lago Catch & Release

Si pubblicano di seguito le classifiche definitive.

Alcune immagini dell’evento :

Il nostro video dell’evento :

“Ripartiamo con la FIPSAS” ed il Centro “Il Laboratorio”

Sabato 13 marzo la Sezione Provinciale di Teramo della Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee, presso il Lago Alto Tordino a Valle San Giovanni di Teramo, organizza una giornata di inclusione sociale rivolta a ragazzi diversamente abili del Centro Diurno “Il Laboratorio” di Villa Brozzi.
L’evento è realizzato grazie al contributo della F.I.P.S.A.S. nell’ambito del progetto ​“Ripartiamo con la FIPSAS”​ finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Durante la mattinata i ragazzi del Centro Diurno saranno impegnati in diverse attività.
Saranno coinvolti inizialmente in una attività formativa affiancati dagli Istruttori Ambientali FIPSAS e da operatori della Cooperativa Nuovi Orizzonti.
I ragazzi si cimenteranno nella pesca alla trota, stavolta affiancati dai nostri tesserati con i quali condivideranno le attrezzature e le tecniche per insidiare i pinnuti.
E’ un momento fondamentale per la sezione provinciale di Teramo della Fipsas, commenta il Presidente Renato D’Alessio, infatti è stato convenzionato un lago, l’Alto Tordino, che sarà utilizzato con continuità per attività di questo genere rivolte sia a ragazzi con diversa abilità sia ai ragazzi a partire dalla scuola primaria. Infatti​, il ​prossimo appuntamento sarà un progetto, organizzato sempre grazie alla FIPSAS nazionale, dal nome “​PREVENIAMO LE DIPENDENZE CON LO SPORT, LA NATURA E LA CITTADINANZA ATTIVA”.
Il progetto, sotto l’acronimo PRE.DI.SPO.N.E., mira alla prevenzione e recupero delle patologie legate alle forme di dipendenza, utilizzando la pratica sportiva della pesca amatoriale, le attività outdoor e il contatto con la natura per rafforzare i legami col prossimo e la conoscenza di sé stessi come alternativa al gioco d’azzardo e, più in generale, alle dipendenze, compreso il nuovo fenomeno del Gaming Disorder.
“Il mondo della pesca è un mondo composito” – commentano gli Istruttori Federali Ivan Di Cesare e Zefferino Guidi – “Compito della FIPSAS è anche quello di far conoscere i valori insiti in quello che, pur potendo apparire “solo un passatempo”, è invece uno sport nel quale convivono la passione, la pazienza, l’amore per la natura e la conoscenza ei suoi sottili equilibri.”
“E’ una sfida da vincere,” conclude Teresita Longo “in quanto caratteristiche tipiche dell’adolescenza e dell’età adulta sono autonomia personale, occupazione utile, interazioni sociali, partecipazione alla comunità e responsabilità familiare. Per la maggioranza delle persone con

disabilità mentale e/o fisica queste tappe non sono spontaneamente raggiungibili, a causa proprio delle patologie e/o disturbi che insistono sulla persona, e possono rimanere loro precluse per tutta la vita, causando così ulteriori problematiche psicologiche sia per gli utenti che per i caregivers. Ciò che ci si propone con questo progetto è favorire l’inclusione sociale della persona con disabilità. Credo fermamente che la pesca si ponga come un valido strumento di socializzazione con i pari neurotipici e normodotati poiché consente di rafforzare il legame di amicizia e stima tra individui, e come veicolo di promozione del turismo accessibile. La pesca costituisce uno sport di significativo valore poiché, praticabile a qualsiasi età ed eco-sostenibile, pone chi la pratica a diretto contatto con la natura ed il territorio circostante. Per poter pescare correttamente sono inoltre necessarie doti di conoscenza dell’habitat in cui vivono i pesci e le varie tipologie ed abitudini di ciascuno, pertanto praticarlo consente di apprendere precipue competenze che cooperano all’accrescimento della propria autostima, permettendo un’effettiva inclusione nella comunità di appartenenza e migliorando la qualità della vita.”
Un grazie alla Cooperativa Nuovi Orizzonti. Ed un grazie ai soci delle associazioni coinvolte (ASD Teramo Spinning e APSD San Benedetto) per la fondamentale collaborazione.

2° settimana sport Paraolimpico

Gentilissimi,
Sono lieto di informaVi che dal 19 al 23 ottobre 2020 la città di Pineto ospiterà, per il quarto
anno consecutivo, la Nazionale Paralimpica di Ciclismo, e in occasione di questo appuntamento la
Team Go Fast con la collaborazione del Comune di Pineto e del CIP Abruzzo organizza la II°
“Settimana dello Sport Paralimpico”. La città di Pineto sarà il tetro di numerose attività sportive,
culturali e sociali di carattere paralimpico. Tra gli ospiti, oltre ai ciclisti Azzurri, saranno presenti noti
atleti italiani, quali: Giusy Versace, Oxana Corso, Carolina Costa, Nicole Orlando e Ivan Cottini. Sarà
in programma anche il I° collegiale della Nazionale di Judo FISPIC. Si tratterà di una iniziativa
altamente formativa, di un evento di interesse nazionale, che avrà l’obiettivo di promuovere e
valorizzare il mondo sportivo paralimpico.
Come location sarà predisposta ed allestita la sala Polifunzionale del Comune di Pineto, in via
Largo Fava, struttura nella quale sarà possibile garantire il rispetto di tutte le indicazioni in materia
di contenimento del contagio da Covid-19. Gli ingressi saranno limitati a un numero ristretto di
persone e saranno previste dirette streaming e collegamenti con le scuole del territorio.
Restando a disposizione per meglio definire le condizioni e le modalità della Vostra eventuale
partecipazione in uno dei giorni su indicati, Vi inviamo un cordiale saluto e Vi ringraziamo per la
cortese attenzione.
Il Presidente CIP Abruzzo
Mauro Sciulli

TROFEO APSD SAN BENEDETTO

CANNA DA RIVA: 23° EDIZIONE DEL TROFEO APSD SAN BENEDETTO DEL TRONTO COLMIC

  0 Commenti

Quattordici società sportive provenienti da tutta Italia hanno preso parte alla 23^ edizione del Trofeo Apsd San Benedetto Colmic di pesca sportiva specialità canna da riva, svoltosi sul Molo Sud per l’organizzazione della società Apsd San Benedetto.

La vittoria finale nella classifica assoluta è andata a Daniele Farinelli dell’Asd Club Pesca Cervia Colmic, che ha preceduto l’ex atleta della nazionale italiana Alex Sottilotta (Asd Amici del Mare Ravenna) e Giorgio Boggi, compagno di squadra del vincitore.

Asd Tornado Francavilla, Asd Club Pesca Cervia Colmic, Asd Spad Artico Ravenna, Spsd Arechi Veret Salerno, Gps San Rocco, Asd Team Kinetic Sea Lanciano, Asd Fovea Fishing Club Foggia, Ssd Cannisti Smal’s Napoli Tubertini, Asd Pro Fishing Manfredonia, Csrc Portuali Ravenna Tubertini, Circolo Mare Vivo Taranto, Asd Mare Adriatico Trabucco, Gps Lo Squalo di Venezia e Asd Amici del Mare di Ravenna si sono date battaglia e la gara (alla quale hanno preso parte cinquanta pescatori, il massimo possibile in conformità con le normative contro la diffusione del Covid-19) è stata caratterizzata dalla cattura di boghe, sia con la canna fissa che in bolognese e pesci di fondo con canne teleregolabili.

Nella speciale classifica per società si è imposta l’Asd Club Pesca Cervia Colmic, sulla Portuali Ravenna e la Gps San Rocco Grosseto.

«Invio un ringraziamento speciale – ha detto il responsabile organizzativo Zefferino Guidi – al comune di San Benedetto del Tronto e in particolare all’ufficio Sport, alla questura di San Benedetto e di Ascoli Piceno, alla Prefettura, al Circolo Nautico Sambenedettese, alla Fipsas Ascoli Piceno, alla Croce Verde di San Benedetto del Tronto, alla Fipsas Teramo e al Comitato Regionale Fipsas Abruzzo.

Inoltre ringrazio gli sponsor (senza dei quali la manifestazione non esisterebbe) Colmic, Conad di San Benedetto del Tronto in via Mazzini, Zetaemme esche e pasture, Fonderia Roma, Ristorante la Stiva, Antica Gastronomia, Ristorante Chichibio, Salumificio Federici, The Shark articoli per la pesca sportiva, FishingPro Giulianova articoli per la pesca sportiva, l’hotel Bruna di Martinsicuro ed il salumificio Ciriaci.

Un grazie speciale al giudice di gara Giannino Marconi ed anche allo staff organizzativo, in particolare a Giovanni VendittiLorenzo SecchiaroliLuciano SangiulianoGiuseppe Borrelli ed Antonello Paponetti.

Grazie anche al Ct della nazionale Redamo Ravaioli, sempre presente sui campi».

A tal proposito, quattro atleti dell’Apsd San Benedetto Colmic si giocheranno a Napoli il 19 e 20 settembre la possibilità di vestire la maglia azzurra nella prossima stagione agonistica. Si tratta di Zefferino Guidi, Ignazio Loconte, Marco Rizzo e Domenico Pascullo.