Friendship Cup 2022

L’organizzazione consolidata e impeccabile, della ASD SAN BENEDETTO e ASD TECNOLENZA ADRIATICA supportati dalla Sezione Provinciale FIPSAS di TERAMO, hanno reso possibile una manifestazione di livello superiore.

Nella splendida cornice della costa Teramana si è svolta nei comuni di Alba Adriatica, Tortoreto e Giulianova la 3° edizione della FRIENDSHIP CUP.

La festa è cominciata già nei giorni precedenti la gara, con visite guidate ad aziende enogastronomiche del territorio e aperitivi di varia natura.

La proverbiale ospitalità delle genti d’Abruzzo ha permesso ai partecipanti e i loro accompagnatori di godere delle eccellenze di questa terra “FORTE E GENTILE”.

3194 catture, prontamente rilasciate, hanno ribadito la generosità della costa Teramana confermandone la vocazione a diventare un campo gara di livello Nazionale.

100 coppie, provenienti da tutta Italia e una discreta rappresentanza estera, hanno dato vita ad una competizione di grande successo.

Ad aggiudicarsi questa edizione una coppia locale PAVONE GIANLUCA e FARANO NICO della ASD Pescatori Mare Adriatico di TERAMO, con 82 catture;

Al secondo posto la coppia BENEDETTI GIANLUCA e MOSTI DANILO della ASD Tirrenia Surf Casting Pellicano di PISA, con 63 catture;

Sul gradino più basso del podio la coppia BELLISSIMO RICCARDO e SERPETTI ALESSSANDRO della  K Fishing Team di ROMA con 56 catture.

A conclusione della manifestazione una cena durante la quale si è svolta una ricchissima cerimonia di premiazione e tutti concordi nel dire “CI VEDIAMO IL PROSSIMO ANNO”.

class finale friendship 2022

class settori

REGOLAMENTO FRIEDSHIP CUP 2022

statistiche

Corso GdG Provinciale 2022 ANNULLATO

A N N U L L A T O

Teramo, 20 giugno 2022

La Sezione Convenzionata FIPSAS di Teramo comunica che dal 8 al 11 settembre 2022, organizza un corso di formazione per Giudice di Gara Pesca di Superficie Provinciale.

Obiettivo/i Preparare l’allievo ad avere una adeguata conoscenza delle norme che regolano le gare di Pesca di Superficie di livello provinciale e a garantirne il normale svolgimento in un clima di correttezza sportiva.

Età min/max 18/65

Numero max partecipanti per corso 10

Requisiti allievi

a) tessera federale;

b) cittadinanza italiana o cittadini stranieri residenti in Italia con padronanza della lingua italiana;

c) non aver riportato condanne penali passate in giudicato per reati non colposi a pene detentive superiori a un anno ovvero a pene che comportino l’interdizione dai pubblici uffici superiore a un anno;

d) non aver riportato nell’ultimo decennio, salva riabilitazione, squalifiche o inibizioni sportive definitive complessivamente superiori a un anno, da parte delle Federazioni Sportive Nazionali, delle Discipline Sportive Associate e degli Enti di Promozione Sportiva del C.O.N.I. o di Organismi sportivi internazionali riconosciuti.

d) predisposizione ai rapporti interpersonali, discreta conoscenza PC, disponibilità a svolgere la mansione.

Argomenti

1) Modulo 1: Struttura Federale

a) Accenno sulla struttura federale con riferimento alla struttura territoriale provinciale e regionale

2) Modulo 2: Norme di legge e Carte Federali.

a) Disposizioni contenute nelle carte federali e norme di legge da esse richiamate;

3) Modulo 3: Regolamenti tecnici e calendari Gare.

a) Regolamenti agonistici di specialità (approfondimento tecnico);

b) Calendario Nazionale Gare;

c) Circolare Normativa del Settore;

4) Modulo 4: Organizzazione Gare

a) Requisiti e autorizzazioni richieste dalle carte federali;

b) Modalità di utilizzo del programma gare;

c) Modalità precise per la presentazione di reclami e per la loro definizione;

5) Modulo 5: Funzioni e Compiti

a) Distinzione e definizione dei compiti di Giudici di Gara;

b) Comunicazione verbale/non verbale dell’Ufficiale Gara

c) Norme di comportamento dei giudici di Gara in ogni manifestazione;

d) Controlli e verifiche.

Date e orari

08 settembre dalle ore 19 alle ore 22,00;

09 settembre dalle ore 19 alle ore 22,00;

10 settembre dalle ore 19 alle ore 22,00;

11 settembre dalle ore 19 alle ore 20,00 sessione d’esame.

Verifica idoneità

Affiancamento in due gare —-> Colloquio finale

Le adesioni andranno inviate, entro il 07 agosto 2022, con apposito modulo incluso, via mail a: [email protected], le candidature saranno accettate previo colloquio preliminare.

Le date potrebbero subire variazioni per cause di forza maggiore.

scarica il programma e il modulo di adesione da inviare

Pesca nei fiumi la Regione Abruzzo autorizza le semine

Deroga immissione in natura della specie non autoctone trota iridea (Oncorhynchus mykiss) e trota fario (Salmo trutta)

Pubblicato: 10 Giugno 2022

Ultimo aggiornamento: 10 Giugno 2022

L’Abruzzo è la prima regione d’Italia ad essere autorizzata dal Ministero della Transizione Ecologica ad immettere per un triennio trote fario nelle acque pubbliche.

Dopo il blocco totale dei ripopolamenti di trote imposto dalla fine del 2020 dal Decreto del Ministero, c’è stato un difficile confronto tecnico con gli uffici del MITE, all’esito del quale la Regione ha  ottenuto l’approvazione della proposta presentata.

In specifici tratti di fiume destinati a campi gara, sarà possibile immettere le trote fario allevate presso il centro ittiogenico regionale del Vetoio per tre anni .

Si potranno immettere anche trote iridee sterili a determinate condizioni. Tutto sempre sotto il controllo della Regione.

La deroga ottenuta premia l’impegno della Regione dedicato al recupero e alla conservazione della trota mediterranea autoctona.

L’Abruzzo è tra le poche Regioni d’Italia ad avere un allevamento dedicato alla riproduzione della trota mediterranea, con un buon numero di riproduttori certificati geneticamente e che sarà ulteriormente aumentato nei prossimi mesi attraverso specifici campionamenti genetici.

Nell’arco di un triennio l’allevamento regionale del Vetoio dovrebbe garantire i ripopolamenti con solo materiale autoctono, consentendo di superare tutte le difficoltà e i blocchi che la normativa statale e comunitaria impongono.

La deroga ottenuta è un primo importante passo per dare respiro al settore della pesca sportiva che è stato fortemente penalizzato dal divieto di immissione nei corsi d’acqua di specie considerate non autoctone .

Si sta già lavorando al progetto di recupero di trote selvatiche presenti in bacini ancora non sondati, per verificare l’esistenza di altre specie  autoctone da valorizzare.

Pesca Sportiva/Ricreativa in mare

La pesca sportiva/ricreativa è l’attività esercitata esclusivamente a scopo ricreativo e/o agonistico che sfrutta le risorse acquatiche viventi e ne vieta, sotto qualsiasi forma, la vendita del prodotto pescato.

Il regolamento CE 302/2009 annovera la seguente distinzione:

La pesca sportiva: è una pesca non commerciale praticata da soggetti appartenenti a un’organizzazione sportiva nazionale o in possesso di una licenza sportiva nazionale;

La pesca ricreativa: è una pesca non commerciale praticata da soggetti non appartenenti ad un’organizzazione sportiva nazionale o che non sono in possesso di una licenza sportiva nazionale.

A sua volta la pesca sportiva e ricreativa la si può suddividere in:

  • pesca da terra;
  • pesca subacquea;
  • pesca da unità da diporto.

Il Decreto del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali (Mipaaf) del 6 dice​mbre 2010 è il provvedimento preposto per promuovere la rilevazione della consistenza della pesca sportiva e ricreativa in mare attraverso l’adempimento di una comunicazione, eseguita direttamente dagli interessati e finalizzata alla rilevazione numerica degli amanti del mare che praticano questa attività nel tempo libero.

Tutti coloro che intendono praticare la pesca sportiva in mare dovranno effettuare una semplice comunicazione che prevede di fornire alcune informazioni molto semplici quali le proprie generalità, il tipo di pesca praticato, le Regioni in cui si praticherà questa attività.

Tale comunicazione è obbligatoria per tutti coloro che abbiano compiuto 16 anni, ha validità di 3 anni e può essere effettuata in vari modi:

  1. attraverso l’ausilio delle associazioni di pesca sportiva e ricreativa e le associazioni di pesca professionale;
  2. tramite una semplice registrazione sul sito del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, www.politicheagricole.gov.it;
  3. rivolgendosi alla più vicina Capitaneria di Porto, Guardia Costiera (Ufficio Pesca);

L’attestato della avvenuta comunicazione funzionerà da titolo per l’esercizio della pesca.

Chi non avrà effettuato la comunicazione, se soggetto a controlli, dovrà svolgere gli adempimenti previsti entro dieci giorni per non incorrere in sanzioni.

Procedura per il rilascio del tesserino di pesca sportiva e ricreativa

Per effettuare la registrazione cliccare sul seguente link:

http://www.politicheagricole.it/flex/FixedPages/IT/Register.php/L/IT/BL/aHR0cDovL3d3dy5wb2xpdGljaGVhZ3JpY29sZS5pdC9mbGV4L0ZpeGVkUGFnZXMvSVQvU2VydmVVUkkucGhwL0wvSVQ%3D.

  1. Nella sezione Registrazione Utente inserire: nome, cognome del pescatore o del referente dell’associazione, email (casella di posta elettronica), una password di identificazione e, per i soli referenti delle associazioni, il nome dell’associazione a cui fanno capo.
  2. Per completare la registrazione attendere la mail di conferma che il sistema invierà alla casella di posta elettronica fornita al momento della registrazione e cliccare sul primo link riportato.
  3. Qualora il client di posta non lo consentisse, cliccare o copiare il secondo link nel browser, attendere la risposta e digitare E-mail e codice di attivazione sempre riportati nella mail ricevuta.
  4. Viene presentata una prima pagina in cui inserire le generalità del pescatore, e una seconda per le informazioni specifiche sul tipo di pesca praticata. A conferma della corretta conclusione delle operazioni sarà possibile stampare l’attestato dell’avvenuta comunicazione.

N.B.    Qualora il pescatore o l’associazione desiderino ristampare l’attestato, sarà sufficiente riaccedere al sito del Ministero, identificarsi e fornire nuovamente le generalità del pescatore interessato.

La comunicazione eseguita per iscritto, tramite le associazioni di settore, o le Autorità Marittime locali, viene effettuata utilizzando l’appos​ito modello nel quale devono essere indicate le complete generalità del pescatore sportivo, il tipo di pesca esercitata (da terra, da unità da diporto, subacquea), l’attrezzatura utilizzata per la pesca sportiva, il mezzo nautico impiegato (privato, noleggio, charter), l’appartenenza – o meno – ad un’associazione sportiva e l’area regionale in cui avviene la pesca.

TONNO ROSSO

In ossequio alle vigenti normative internazionali (Raccomandazione ICCAT 14-04) ed europee (Reg. CE n.302/2009, come integrato e modificato dal Reg. UE n.500/2012), con Circolare n.12780 del 15 giugno 2010, la Direzione Generale della Pesca e dell’Acquacoltura del Mi.P.A.A.F.​ ha inteso disciplinare l’esercizio delle pesca sportiva/ricreativa della risorsa tonno rosso.

In particolare, il menzionato provvedimento prevede il rilascio, a cura dell’Ufficio circondariale marittimo nella cui giurisdizione ricade il porto base dell’unità da diporto interessata, di una specifica autorizzazione con validità triennale e rinnovabile alla scadenza.

Tale nulla-osta si riferisce all’unità da diporto (che, naturalmente, deve essere di nazionalità italiana), per cui non è necessaria la presenza a bordo del soggetto che ne ha fatto richiesta.

Dal punto di vista tecnico operativo sono previste le seguenti limitazioni:

  • divieto di catturare più di un esemplare al giorno;
  • periodo di pesca consentito dal 16 giugno al 14 ottobre, con possibilità di proseguire fino al 31 dicembre, solo ed esclusivamente con la tecnica del catch and release;
  • taglia minima di cattura fissata a 30 kg. o 115 cm. di lunghezza alla forca (misurata, cioè, dall’estremità della mascella superiore all’estremità del raggio più corto della coda);
  • obbligo di presentare all’Autorità marittima, entro 24 ore dallo sbarco, la pertinente dichiarazione di cattura;
  • divieto di commercializzare gli esemplari catturati.

Il regime sanzionatorio per le violazioni alle disposizioni in materia di pesca sportiva/ricreativa del tonno rosso è stabilito dalle pertinenti disposizioni di cui al vigente D.Lgs. n.4/2012.

PESCE SPADA

In ossequio alle vigenti normative internazionali (Raccomandazione ICCAT 13-04), con Circolari n.8664 del 26 marzo 2012 e n.423 del 28 febbraio 2013, la Direzione Generale della Pesca e dell’Acquacoltura del Mi.P.A.A.F. ha inteso disciplinare l’esercizio delle pesca sportiva/ricreativa della risorsa pesce spada.

In particolare, il menzionato provvedimento prevede il rilascio, a cura dell’Ufficio circondariale marittimo nella cui giurisdizione ricade il porto base dell’unità da diporto interessata, di una specifica autorizzazione con validità triennale e rinnovabile alla scadenza.

Tale nulla-osta si riferisce all’unità da diporto (che, naturalmente, deve essere di nazionalità italiana), per cui non è necessaria la presenza a bordo del soggetto che ne ha fatto richiesta.

Dal punto di vista tecnico operativo sono previste le seguenti limitazioni:

  • divieto di catturare più di un esemplare al giorno;
  • periodi di divieto di pesca: mesi di marzo, ottobre e novembre;
  • taglia minima di cattura fissata a 140 cm. (misurati dall’estremità anteriore della testa all’estremità posteriore della pinna caudale);
  • obbligo di presentare all’Autorità marittima, entro 24 ore dallo sbarco, la pertinente dichiarazione di cattura;
  • divieto di commercializzare gli esemplari catturati.

Il regime sanzionatorio per le violazioni alle disposizioni in materia di pesca sportiva/ricreativa del pesce spada è stabilito dalle pertinenti disposizioni di cui al vigente D.Lgs. n.4/2012.

Lega con la pesca

San Benedetto del Tronto – Domenica scorsa nel suggestivo scenario del lago di Lepore – quarto lago (Colonnella) si è svolta la manifestazione “LEGA CON LA PESCA” organizzata dalla Sezione cittadina della Lega Navale Italiana. L’iniziativa, totalmente gratuita, è stata un’occasione per avvicinare tanti bambini all’affascinante mondo della pesca. A ognuno di essi è stata fornita tutta l’attrezzatura necessaria (canna fissa, pastura, bigattini, lenze di ricambio. etc) per trascorrere, insieme alle loro famiglie, qualche ora di spensieratezza immersi nella natura.

Il successo della manifestazione è stato reso possibile grazie alla preziosa collaborazione dell’ASD Martin Alba di Martinsicuro – rappresentate per l’occasione dal suo presidente Marco Foglia e da Mario Di Diodoro – che gestisce in maniera impeccabile il lago Lepore di Colonnella.
I pescatori in erba, più di trenta, hanno pescato in modalità Catch & Release diverse specie di pesci, carpe e breme in particolare, e sono stati seguiti, per tutto il tempo, dagli istruttori federali Fipsas e da alcuni soci della Lega Navale.
La Lega Navale Italiana di San Benedetto del Tronto, a termine della mattinata, ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione dell’evento, l’ASD Martin Alba, Alba Pesca di Martinsicuro, nella persona di Luigi Legname, il negozio Decathlon di San Benedetto del Tronto, la presidente della Lega Navale Adele Mattioli, i consiglieri, la segreteria e i tanti soci volontari, gli istruttori federali Fipsas XAP Pietro Marinangeli e Chiara Sgattoni, nonché responsabile della pesca sportiva della Lega Navale Italiana. Si ringrazia, infine, la federazione Fipsas per il suo insostituibile sostegno.

A questa giornata seguiranno altri eventi analoghi, quali corsi estivi gare di pesca per bambini.

Articolo tratto da:

Giornata d’Inclusione

Oggi e’ stato uno dei quei giorni in cui siamo fieri di avere costituito la Teramo Spinning. Abbiamo organizzato una giornata di inclusione, formazione, divertimento per i ragazzi del Centro Diurno di Villa Brozzi che hanno incontrato i ragazzini terribili della nostra società. Tanti visi e tanti sorrisi. La giornata è stata anche l’occasione per l’esame finale di sei aspiranti istruttori federali. Abbiamo così avuto il piacere di ospitare Maria Teresa Costanzo, vice presidente della Commissione Didattica e formazione della Fipsas Federazione Italiana Pesca Sportiva Attività Subacquee Nuoto Pinnato. Alla fine della giornata tutti i partecipanti sono stati omaggiati con medaglia ricordo, cappellino della FIPSAS ed il classico ed augurale uovo di pasqua. Giorni come questi ci fanno capire quanto la pesca possa rappresentare un momento di gioia. Le foto non possono rendere l’idea di quanto gli occhi dei ragazzi del centro diurno riuscissero a sorridere. Le foto non possono rendere l’idea di come i più piccoli, nell’aiutarsi tra di loro, e nell’aiutare i ragazzi del centro, si sentissero dei piccoli ometti. Grazie a tutti.

Ivan Di Cesare

Una bellissima mattinata ospiti dei fantastici ragazzi del Lago Teramo Spinning dell’Alto Tordino per la 1a edizione di PeschiAmo🎣Lo staff ci ha accolto, aiutato nella pesca, sorpreso con tanti regali, preparato gustosi arrosticini….E noi abbiamo voluto donare a tutti i nostri pesciolini in ceramica. Grazie alla vostra sensibilità e disponibilità, abbiamo trascorso una mattinata diversa e speciale❤️

Centro Diurno il Laboratorio

Giornata Inclusione aprile 2022
« di 16 »

Club Azzurro E.A.

Orgoglio, commozione, non trovo parole per il risultato finale del Club Azzurro 2021 di EA. Primo Bruno Spino, secondo Marco Ferracatena, quinto Luca Benedetti. Marco e Bruno di diritto nella squadra nazionale che parteciperà al prossimo mondiale. Luca possibile scelta tecnica. Bravi tutti gli altri che si confermano nel club. Dal debuttante Davide Nedrotti al sempre verde Massimiliano Ghibaudo ed al solito Valentino Vidrasc.Un complimento di cuore anche a Fabio Di Nonno. Ieri tutto ti sembrava perso. E invece….Ragazzi. Non ho parole. Solo grazie da parte mia e di tutti noi.

Viva La Pesca

Evviva la Teramo Spinning

Ivan Di Casare

5° Mondiale Surfcasting Master

Il comitato organizzatore, formato dalla Asd Muttley Team e dalla ASD Beachman Club unitamente alla sezione provinciale FIPSAS di Chieti, ha l’onore di ospitare il 5° Campionato del Mondo di Surfcasting Master 2022 per la prima volta in Abruzzo. La manifestazione si terrà dall’ 1 all’ 8 di Ottobre 2022 nella splendida cornice della Costa dei Trabocchi. La sede del Mondiale sarà il Comune di Ortona, la cerimonia di apertura e presentazione delle squadre nazionali si terrà nella location esclusiva del Castello Aragonese. Siete tutti vivamente invitati a partecipare all’evento.

The organising committee, formed by the ‘ASD Muttley Team’ and the ‘ASD Beachman Club’ together with the provincial FIPSAS section of Chieti, has the honour of hosting the fifth World Championship of Surfcasting Master 2022 for the first time in Abruzzo. The event will be held from 1st to 8th October 2022 in the wonderful setting of the ‘Trabocchi’ coast. The headquarters of the World championship will be in Ortona. The opening ceremony and presentation of the national teams will take place in the exclusive location of the Aragonese Castle of Ortona. You are all warmly invited to attend the event.

Corso Giudici di Gara FIPSAS

il coordinamento Giudici di Gara della regione Abruzzo, nell’ambito di una riforma strutturale promossa dalla sede centrale FIPSAS, sta programmando una serie di corsi di aggiornamento e formazione per Giudici di Gara nel settore Pesca di Superficie.

i corsi saranno a numero chiuso, massimo 15 partecipanti a sessione.

Gli interessati possono inviare una mail a: [email protected] per avere maggiori informazioni e/o presentare la propria candidatura.

A tutti gli ammessi alla partecipazione verrà inviata una mail di conferma all’ammissione al corso con relativo programma.

A breve saranno comunicate le date e le sedi di svolgimento.